La nostra formazione per accompagnare le magiche notti dei Campionati Europei di Calcio

Il CT e i quindici giocatori speciali in campo per l’Italia

Abbiamo selezionato per voi titolari, panchina e allenatore, giocando con le bottiglie in enoteca come in un campo da gioco speciale, in cui l’Italia per noi vince sempre! E’ venuta fuori la nostra “squadra” di vini campioni, per carattere, gusto e originalità. Chi tra loro indosserà la fascia di capitano? Lo lasceremo scegliere a voi, indicando tra i commenti sulla nostra pagina Facebook il vostro vino preferito tra le 15 prestigiose bottiglie selezionate. Restate in contatto 🙂

Formazione d’eccezione per vincere gli Europei

IN PORTA

  •   Ferrari “Perlè Zero”  di Tenute Lunelli

Spumante realizzato secondo il metodo classico conosciuto in tutto il mondo. Questo vino si fa temere dagli avversari per il suo carattere forte e intenso, definito da una ricchezza aromatica ampia e da un ritmo serrato, pulito e composto. Le sue caratteristiche sono quelle di un portiere eccezionale, capace di guidare i compagni e di compiere azioni spettacolari. Come far decollare i sogni!

CENTROCAMPO

Al centro schieriamo tre vini importanti, che hanno scritto la storia del vino in Italia

  • “Poggio alle Mura “ Brunello di Montalcino di Banfi
  • “Riserva Costasera” Amarone Classico di Masi
  • “Tignanello” di Antinori

 Vini di gran struttura, bouquet aromatici intensi e persistenti, equilibrati ma con carattere…tutte caratteristiche ideali per creare il gioco, recuperare la palla (in campo come nella vita) e mantenerne il possesso, con equilibrio, intuito e visione del gioco.

DIFESA

Giocatori tecnici  ma al tempo stesso scattanti e creativi, in grado di offrire certezze e resistenza fisica, sono alla base della nostra scelta di due vini strutturati ed importanti affiancati da due bollicine fresche e vivaci

  • Cannubi” Barolo di Marchesi di Barolo
  • “Rio Sordo” Barbaresco Riserva di Cascina Bruciata
  • “Anniversario” Franciacorta di Bersi Serlini
  • “Ribolla Gialla” Metodo Classico Brut di Di Lenardo

ATTACCO TUTTO PUGLIESE

Dal Salento con furore, a rotazione nel ruolo di punta, abbiamo scelto guidati dal cuore, tre bottiglie che raccontano storie di inquivocabile successo

  • “Graticciaia” Negroamaro di Vallone
  • “Es” Primitivo di Manduria di Gianfranco Fino
  • “Five Roses Anniversario” Rosato di Negroamaro di Leone De Castris

Tre eccellenze pugliesi sempre pronte a volare, ci portano in attacco, nel grande mondo del vino!!! La Puglia è terra di rossi e rosati: il Five roses è stato il primo vino imbottigliato in Puglia e il primo rosato imbottigliato in Italia! Negroamaro e primitivo sono i nostri vitigni per eccellenza: passione

L’ALLENATORE

A dirigere il gruppo un leader incisivo e coinvolgente, di grande esperienza e preparazione tecnica, vino da meditazione, ricco di note minerali e lunghissima persistenza. Per la serie, quel che dice non si può dimenticare.

  • “Ben Rye” Passito di Pantelleria di Donnafugata
L’allenatore – CT – Immagine tratta da donnafugata.it

IN PANCHINA

Quattro bianchi freschi, minerali, profumatissimi e di grande impatto…sempre pronti ad entrare in campo!!!

  • “Vette” Sauvignon Blanc di San Leonardo
  • “Manna” di Franz Haas
  • Kerner della Val Venosta Cantina Meran
  • Pinot Grigio di Jermann

Cosa ne pensate della nostra formazione? A voi la scelta!

Visita le nostre pagine social per esprimere la tua preferenza scrivendo il nome del vino tra i commenti. Riceverai uno sconto del 10% sull’acquisto del tuo “campione” azzurro. Vi aspettiamo! Forza Azzurri 😉

Il mare dorato di Pasta Cavalieri

Finita la mietitura la notte di San Giovanni accendeva fuochi di passione e magia nelle campagne di Puglia

24 Giugno. La notte trascorsa, secondo le antiche tradizioni agricole della Puglia, è una notte magica: l’incontro tra il sole e la luna diffonde un’energia benefica nelle gocce di rugiada tra i campi, donando fertilità e forza. Nelle campagne di Puglia è sempre una festa, fitta di tradizioni popolari e riti locali legati al culto del santo.

Tra i prodotti agricoli chiamati a festa il protagonista assoluto, ancora oggi, è sua maestà il Grano:  spighe dorate che sembrano onde, lasciano spazio ai fuochi e donano alla sapienza degli uomini i chicchi preziosi da cui nascerà la Pasta, Signora della tavola pugliese ed eccellenza del made in Italy.

Tra le Delizie di Anelli, selezionate tra tanti prodotti gastronomici artigianali di Puglia, troverete sempre Pasta Cavaliere, pasta di semola di grano duro, con più di 100 anni di storia. La rigorosa selezione dei grani, il metodo di lavorazione “delicato”, oltre che la cura e la passione per la qualità del prodotto, sono la garanzia migliore per palati attenti al gusto e al benessere naturale.

Proponiamo la pasta Benedetto Cavaliere in diversi formati,  in abbinamento a sughi, salse, olive e pomodori secchi, come sempre innaffiati da un buon bicchiere di vino. Il Pastificio Benedetto Cavaliere è a Maglie (Le), nel cuore del basso Salento. I suoi grani sono prevalentemente coltivati in Puglia e Basilicata. E’ apprezzatta in tutto per il suo gusto forte e per la sua “deliziosa masticabilità”.

La nostra proposta di degustazione

Proponiamo la pasta Benedetto Cavaliere in diversi formati,  in abbinamento a sughi, salse, olive e pomodori secchi, come sempre innaffiati da un buon bicchiere di vino. Dalla Valle d’Itria l’antica e ormai diffusa ricetta degli “Spaghetti alla san Giuannidd” è un piatto estivo ideale per gustare al meglio la pasta Cavaliere: pomodorino frescofiletti di acciughe, capperi e olive nere, accompagnati da un calice di Verdeca, dal profumo intenso che richiama fiori campo e note di agrumi. Per voi consigliamo:

  • FARAONE Verdeca BIO Valle d’Itria – I Pastìni
  • FLAMINIO Verdeca Salento IGP 2020 – Vallone
  • Olive Leccine – Olive Celline denocciolate, Pomodori semisecchi – Azienda Duca Carlo Guarini e Azienda Calemone

10 vini da gustare in barca

Regate e Crociere nel Salento

I consigli di Anelli Enoteca per l’estate 2021

In città, a pochi passi dal porto di Brindisi, la storica enoteca Anelli ha visto passare tanti appassionati di mare e vela: uno sport che unisce e interpreta al meglio il significato più autentico del rapporto tra l’Uomo e il Mare.

E come la vela il buon vino unisce e integra identità diverse, regalando emozioni uniche!

Per questo, agli appassionati di regate e di viaggi per mare, vogliamo dedicare un’attenzione speciale con i nostri consigli sui vini, del territorio e non, da gustare in barca, per un brindisi speciale prima di una nuova partenza!  

  1. Susumante L’Archetipo (Triple A): Bollicine di Susumaniello!!!
  2. Fiano Greco A Mano: Fresco e Croccante e col tappo a vite…buono e comodo in barca!!!
  3. La Pettegola Banfi : il vermentino toscano Delicato ma Ricco di profumi…per una partenza Vivace!!!
  4. Vette San Leonardo: Fresco e Minerale…e col suo nome non può che portarti lontano!!!
  5. Zìnzula Masseria Altemura: Elegante Rosé di negroamaro col tappo di vetro…anche questo…buonissimo e comodo in barca!!!
  6. Zapparosa La Vigna di ZappalaNotte: Fresco e Sapido, intensamente Floreale e Fruttato, il rosé di terra di Brindisi!
  7. Alìe Frescobaldi: rosédedicato ad una ninfa del mare della mitologia greca…simbolo di Bellezza e Sensualità!!!
  8. NegrAmare La Vigna di ZappalaNotte: nasce sulla costa di Brindisi…potente ed elegante proprio come il nostro mare!!!
  9. Imprint Primitivo A Mano: Divertente e memorabile…proprio come una bella veleggiata!!!
  10. Anniversario Bersi Serlini: chiudiamo in bellezza…Bollicine dalla Franciacorta!!!

Vieni a trovarci: troverai ampia scelta, consigli e tutta la nostra professionalità al tuo servizio!

Enoteca associata Vinarius e AEPI.

Per scoprire una selezione dei nostri vini scarica il catalogo e contattaci per prenotare la tua consegna direttamente in barca!

OLIO EVO. Tre aziende, tre zone diverse della Puglia tra aromi, gusto e colore!

Abbiamo selezionato per voi tre aziende produttrici di olio evo, che spiccano nel panorama pugliese per professionalità, alta qualità e attenzione ai particolari: partendo dall’agro di Torre Santa Susanna (Br) con le Agricole Stasi, passando per le terre di Ostuni con la Masseria il Frantoio e per finire ad Andria con Frantoio Muraglia.

Le Aziende Agricole Stasi, situate nel cuore del Salento, rappresentano, da quattro generazioni, un’importante eccellenza pugliese ed italiana. Gli ulivi, tra Ionio ed Adriatico, patrimonio e simbolo di una terra luminosa e colorata, in armonia con questi luoghi esprimono la loro bontà ed eleganza in un extra vergine unico e pregiato. Disponibile in Enoteca con le sue varietà in bottiglia e in lattina. Bellissima la versione in ceramica: delicata ed elegante, è stata spesso scelta dagli sposi come bomboniera.

Dal 1500 fattoria di campagna, 25 anni fa nasceva la Masseria il Frantoio, Hotel di charme e Azienda Agricola Biologica. Per festeggiare questo traguardo si è deciso di dare una nuova veste al loro prodotto più prezioso: l’olio d’oliva. Una bellissima bottiglia in ceramica bianca con impressa una mano tesa verso le stelle, simbolo che rende omaggio alla famiglia proprietaria: il loro nome Tanzarella deriva dal latino “tangere stellas”, che esprime l’eterna aspirazione umana di andare sempre più in alto. Ma non solo di bellezza è fatta questa bottiglia, che conserva un eccellente olio extravergine ottenuto da olive biologiche di due delle varietà più pregiate, oliva ogliarola e oliva frantoio, lavorate secondo il metodo classico della spremitura a freddo entro le 24 ore dalla raccolta a ciclo continuo. Solo in questo modo è possibile conservare intatti gli aromi floreali ed il suo sapore delicato, leggermente amaro, con un piacevole finale mandorlato. Anche la decantazione è fatta al naturale, senza filtrazione. È un olio dal sapore equilibrato e armonico, caratterizzato da un gusto fruttato medio. Ideale a crudo, da accompagnare con il pane o con le verdure come vuole la dieta mediterranea, è anche ricco di polifenoli, importanti antiossidanti naturali.

Frantoio Muraglia nasce ad Andria, capitale dell’olio pugliese, cinque generazioni fa. Oggi il loro olio si trova nei corner gourmet di quaranta Paesi. Custode della biodiversità del paesaggio agricolo e delle piante di importanza strategica per l’alimentazione, come gli ulivi, la famiglia Muraglia continua la raccolta delle olive a mano e la spremitura a freddo nell’antica macina in pietra, per ottenere un prodotto di altissima qualità. In Enoteca sono appena arrivati i loro bellissimi orci in terracotta: Arcobaleno e Pop-Art (fico d’india, tentacoli e sardine) nelle varietà fruttato medio e fruttato intenso.

PARIGI – La Grande Famiglia Vinarius

La ?GrandeFamigliaVinarius? si incontra a Parigi?

Mariangela e Gianni da “Tentazioni”, dei fratelli Francesco e Daniele Leopardi associati Vinarius di Parigi???❤?? 4 bellissimi locali nel cuore di Monmatre che rappresentano e diffondono in modo eccellente la cucina italiana e la cultura del vino italiano all’estero!



CASTELLO FRISARI – degustazione in Enoteca

Una serata speciale, dedicata a “Castello Frisari”: il nuovo progetto vitivinicolo della storica Azienda Duca Carlo Guarini.

A presentarcelo Carlo e Roberto Guarini, la nuova generazione dell’azienda di famiglia, che vanta una tradizione agraria secolare. Da 26 generazioni, questa famiglia ha saputo crescere, migliorare e rinnovarsi, nel rispetto delle tradizioni, ma rimanendo sempre al passo con i tempi. Ad oggi tutte le coltivazioni sono a regime di agricoltura biologica.

Castello Frisari è il progetto di famiglia che prevede, attraverso la coltivazione biologica in due diversi appezzamenti del Negramaro, vitigno principe della nostra cultura vitivinicola, la produzione di vini di altissima qualtità, che con rese basse per un’accurata selezione delle uve migliori, possano esprimere al meglio la tipicità di questi terreni.

Li ringraziamo per questa intuizione, questo progetto, questo sogno che non solo dà lustro alla loro azienda, ma che mira ad un obiettivo finale molto più importante e più ad ampio raggio: la valorizzazione di tutta la Terra d’Otranto (come in passato si definiva il Salento), con importanti e positive ricadute in tutti i settori, non solo quello enologico. Grazie per questo esempio magistrale di professionalità e di amore verso per il proprio lavoro e per la propria terra… per questa terra che ha un estremo bisogno di impreditori illuminati come loro!!! Grazie ancora🍇🍷💕

CIRO’ – Viaggio per cerimonia di consegna del PREMIO AL TERRITORIO 2018 VINARIUS

Il Premio al Territorio è il riconoscimento che Vinarius attribuisce a un particolare ambito geografico, in virtù della sua vocazione vitivinicola, del suo paniere agroalimentare, dello sviluppo sostenibile, della tradizione, della storia e della sua accoglienza turistica.

Il 10 novembre 2018, Vinarius, l’Associazione delle Enoteche Italiane, ha rinnovato il suo impegno nella promozione e nella valorizzazione del patrimonio paesaggistico ed enogastronomico italiano e, durante il Merano Wine Festival, il Presidente, Andrea Terraneo ha annunciato il vincitore: l’area vitata del Cirò, che è una fra le più prestigiose della Calabria, con una produzione vinicola di tradizione millenaria, in un ambiente unico al mondo, che da una parte abbraccia il mare e dall’altra è stretto fra le montagne.

Dal 19 al 22 maggio 2019, insieme ad altri rappresentanti delle enoteche associate, siamo stati ospiti del Consorzio del Cirò, per meglio conoscere il territorio premiato, non solo negli aspetti strettamente connessi al mondo del vino, ma anche dal punto di vista storico-archeologico, naturale, turistico e gastronomico. Questo perché il Premio al Territorio viene assegnato anche a tre personalità che per la loro storia e per la loro identità illustrano e ben rappresentano il territorio stesso.

Quest’anno il premio è stato assegnato a Carmine Abate, scrittore, a Caterina Ceraudo, chef, ed a Giovanni Gagliardi, giornalista.

CANTINA I PàSTINI – Festa in Cantina

Con cadenza biennale, la Cantina I Pàstini rinnova la sua festa in cantina, evento dedicato agli operatori del settore.

Nel cuore della Valle d’Itria, tra vigneti, trulli e una ferrovia rurale, una vera e propria festa con musica, voglia di stare insieme e…naturalmente dell’ottimo vino!!!

Grazie a I Pàstini che, con questo evento, coccolano coloro che ogni giorno spendono parole, passione e professionalità nella diffusione dei loro vini, della cultura del “berebene”, della qualità e dell’amore della nostra terra: la Puglia!!! Grazie ancora!!!

APOLLONIO VINI – Presentazione in cantina di Mamàa

Il 29 marzo, nella bellissima location della Cantina di Apollonio è avvenuta la presentazione di Mamàa: tre vini che con i loro vitigni celebrano il nostro territorio, ma che con la loro veste grafica, fresca e naif, danno una sferzata di allegria alla tradizione.

MAMAA’ VERDECA BIANCO:

Dal colore luminoso giallo paglierino con gli inconfondibili riflessi verdolini. Al naso floreale e fruttato con sentori di mela verde, fiori bianchi e sambuco. Al palato elegante, agrumato e sapido.

MAMAA’ SUSUMANIELLO ROSATO:

Dal colore rosa corallo brillante. Al naso fruttato e floreale con delicati sentori di melograno, pompelmo rosa, fragola e fiori di campo. Al palato fresco, gentile e sapido.

MAMAA’ NEGROAMARO ROSSO

Dal colore rosso rubino con intensi riflessi violacei. Al naso un intenso bouquet di ciliegia e fragole di bosco. Al palato rotondo, con tannini eleganti e sentori di frutti rossi.

BULGARIA – Viaggio Studio Vinarius

Viaggio studio Vinarius in Bulgaria, primo viaggio estero “verso Est” della Vinarius.

La cosa più preziosa degli Stage Vinarius non è solo vivere l’esperienza in sé, ma il bagaglio che si riesce a portare a casa. E le nostre “valigie” al rientro dalla Bulgaria sono state piuttosto piene!

Poiché questo è un territorio vitivinicolo poco alla moda e poco considerato in Italia, le nostre aspettative erano abbastanza moderate. In realtà, la storia e l’esperienza fatta sul luogo, alla scoperta di aromi e sapori ancora in gran parte inediti per i nostri calici, hanno smentito la nostra idea di partenza! La Bulgaria è un paese produttore di vino sin dall’epoca dell’antica civiltà Tracia, e la regione del Melnik è una delle più celebri per quanto riguarda la viticoltura. I vini di questa regione erano già presenti nelle tavole delle famiglie reali europee nel 17° e 18° secolo.

Le cantine visitate hanno dimostrato di essere pronte per il mercato estero, con vini di grande spessore che hanno colpito ed entusiasmato i partecipanti.

Tutte le aziende hanno apprezzato la professionalità dei nostri enotecari e il ruolo di riferimento della nostra associazione nel panorama italiano. Tra tutti i prodotti degustati, particolare attenzione hanno destato gli autoctoni, di cui Melnik e Mavrud. Interessante, ma più difficile, il Sandanski Muscat, dal momento che in Italia il mercato del vino Moscato, in versione secca, è molto marginale.

Nazdrave.. винароус!!!…ovvero “Alla salute, Vinarius!!!”